Stampa

Le attività del CRSL-M riguardano principalmente sui seguenti settori:

1. Gestione di una biblioteca specializzata sulla massoneria e l'esoterismo, aperta al pubblico. La biblioteca è inserita nella Rete regionale delle biblioteche piemontesi, con consultazione telematica.
La biblioteca incrementerà la sua dotazione con l'acquisto di libri in commercio, libri d'antiquariato, donazioni e scambi. Particolare attenzione sarà posta alla componente emerografica.

2. Gestione e ampliamento dell'archivio attraverso l'acquisizione, digitalizzazione e catalogazione di fondi archivistici, documenti e materiale iconografico. L'archivio incrementerà la sua dotazione con l'acquisto di materiale tramite librerie antiquarie, privati, scambi con istituzioni e centri di ricerca massonica ma conterà soprattutto sulla donazione di massoni e profani che vorranno affidare al CRSL-M le loro carte, sia in originale sia riprodotte, avendo la garanzia che il materiale verrà conservato con cura e reso disponibile, salvo indicazioni espressamente contrarie da parte del donatore, ai ricercatori.
Il Centro inoltre si attiverà per la ricerca e l'acquisizione in copia di materiale archivistico conservato in archivi piemontesi e nazionali.

3. Servizio di consulenza bibliografica, emerografica ed archivistica a studiosi, tesisti, dottorandi e a qualsiasi si rivolgerà al Centro avendo in corso ricerche e studi sulla massoneria e l'esoterismo. Oltre all'accesso all'archivio e alla biblioteca ai richiedenti sarà messa a disposizione una fitta rete di contatti con ricercatori, archivi, biblioteche e centri specializzati a livello nazionale e internazionale.

4. Attivazione di ricerche sulla massoneria e l'esoterismo, in collaborazione con le Università italiane ed estere, con il duplice intento di pubblicare i risultati in una apposita collana editoriale e acquisire i materiali raccolti durante la ricerca, che andranno a incrementare il fondo archivistico.

5. Collaborazione con fondazioni e centri studi su ricerche dove emerga che la massoneria abbia svolto un ruolo importante al fine di poter consentire uno studio obiettivo e serio.

6. Organizzazione di convegni, incontri, presentazioni libri sui temi previsti dallo statuto.

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

Daniele LANZAVECCHIA

Renato LAVARINI

Marco NOVARINO

 

DIRETTORE SCIENTIFICO

Marco NOVARINO (Università di Torino)

 

COLLABORATORI

Emanuela LOCCI

Enrico MILETTO

Demetrio XOCCATO

 

COMITATO DEI GARANTI

Pierre-Yves BEAUREPAIRE (Université de Nice)

Gian Mario CAZZANIGA (Università di Pisa)

Fulvio CONTI (Università di Firenze)

Marco CUZZI (Università Statale di Milano)

Ricardo Martinez ESQUIVEL (Universidad de Costa Rica)

Santi FEDELE (Università di Messina)

José Antonio FERRER BENIMELI (Universidad de Zaragoza)

Luis P. MARTIN (Université de Pau et des Pays de l'Adour )

Rosalino SACCHI (Università di Torino)